La prenotazione: dalla macchina da scrivere alle mail, facebook e whatsapp

Pubblicato il 27 Aprile 2020 | Curiosità

Ero rimasto al Telefax, Fax per gli amici. Un bel cambio di passo e soprattutto di immediatezza, quindi era rivolto maggiormente ai contatti commerciali, raramente ricordo di richieste da parte di clienti. Essendo un albergo stagionale, quindi con chiusura invernale, c'era anche il problema di essere reperibile quando non fisicamente in struttura, soluzione: segreteria telefonica con cassetta. Bellissima, purtroppo non trovo più l'ultima. La prima cosa da fare appena si veniva in Hotel per un controllo era quella di interrogare la lucetta rossa, quando lampeggiava a seconda di quanti impulsi emanava capivi quanti messaggi ti aspettavano.

Impugnare penna e tenere sotto mano un foglio bianco e...Play. Ascolta, trascrivi, data, nome numero di telefono, veloce!! NO, Ho perso un numero!!  manda indietro, riascolta, " era un 3"...e così via

A quei tempi il telefono era il contatto più immediato ovviamente. A seconda che fosse una richiesta si procedeva con l'invio della lettere di rito, con le informazioni generiche, ed il preventivo specifico. Prima di chiuderla ( a chi viene in mente il sapore acido/allappante della striscia di colla? ) ricordarsi bene di infilare dentro un bel paio di depliant. Se poi il cliente richiamava per confermare allora si passava alla fase della conferma, con altra bella lettera di rito dopo aver ricevuto il bonifico per la caparra. Sempre condita con quel sapore di carciofo marinato all'aceto di mele. Tempo medio diciamo un paio di settimane se non tre.

In caso però di clienti più formali, o meno giovani, già la richiesta arrivava via posta, con una bella missiva di richiesta. Di qui ripartiva la trafila come al punto 1, naturale però che con questa procedura, dal momento che partiva l'idea di scriverci impugnando la penna, al ricevimento della conferma definitiva poteva passare anche un mesetto. Il tutto con queste due bellissime macchine.

olivetti lettera 35

 

Quella a destra è rimasta più per ricordo, usavo invece quella di sinisitra che era già di una generazione avanzata, infatti disponendo di un piccolo display monoriga, potevo scrivere e controllare l'esattezza del testo, poi digitando invio stampava in una volta sola. Funzione utilissima, perchè a dispetto di una mail, dove posso modificare il testo all'infinito, prima non c'era margine di errore!! Se sbagliavi a digitare potevi solo tornare indietro, cancellare sovrapponendo delle XXX e poi continuare. In questo modo invece era molto più comodo. E' ancora funzionante ed al suo interno ho trovato anche questa etichetta con la data...07/04/89

olivetti et 60

Per diversi decenni quindi la normale procedura è rimasta pressochè invariata, siamo prossimi però ad una svolta epocale!!

Alzi la mano chi ha capito....INTERNET. Da qui in poi cambierà tutto. Il primo anno che abbiamo acquistato una casella elettronica è stato il 1996, era infatti l'unico modo per poter disporre di un canale diretto fra noi ed il cliente. Mi è rimasto perfettamente impresso che nel primo anno ricevemmo 3 email. Certo fa sorridere oggi, ma era una tecnologia, anche se già in fase avanzata, non così capita; era un mondo in divenire quindi le singole opportunità avevano bisogno di tempo. Il resto della storia la conosciamo tutti; l'evoluzione che ne è seguita è stata costante ed esponenziale, fino a diventare parte integrante della nostra vita. Per le implicazioni che ha avuto nel nostro lavoro è indicativamente, una delle più dirette, quella della velocità. Si era abituati ad avere delle interazioni che potevano sospendersi anche per una settimana / dieci giorni, il tempo di invio di una lettera, tempi tecnici insomma. Ora che questi non esistono più, è molto più frenetica anche l'attesa della risposta per una richiesta, o sul riscontro di un bonifico. Addirittura i metodi di richeista o conferma si stanno spostando sui messaggi di Facebook o di Whattsapp, icone stesse dell'immediatezza. E per l'albergatore, la velocità nella risposta, sta diventando un canone importante da valutare, come immagine che rende al cliente.

Di certo è che a dispetto di consuetudini rimaste invariate per decenni, ad oggi ogni 5/6 anni cambiano radicalmente, così come si evolvono i metodi di comunicazione. Se sia meglio o peggio non esiste come interrogativo, forse è piacevole solo, a volte, ricordarsi con quali passaggi si è arrivati qui, per capire ancora meglio come fare domani.

Gianluca

Foto  La prenotazione: dalla macchina da scrivere alle mail, facebook e whatsapp
Foto
Ultimi articoli dal nostro blog

King Hotel Blog

Newsletter & Offerte Periodiche

Vuoi ricevere le nostre Offerte Speciali e Coupon Sconto per le tue prossime Vacanze in Versilia?

Iscriviti alla Mailing List